Condivido l’iniziativa, a cui ho modestamente dato il mio apporto.
Mi raccomando: lavatele SEMPRE bene!


Dal comunicato stampa:

La Struttura Dipartimentale di Igiene Ospedaliera del S. Anna è annualmente impegnata nel proporre iniziative ed interventi per prevenire e controllare le infezioni e la diffusione dei microrganismi antibiotico-resistenti, tra le quali, ruolo centrarle, ha l’IGIENE DELLE MANI. Anche quest’anno l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara lancia la sua “Campagna di promozione all’igiene delle mani: “MAI COME ORA”.
IGIENE DELLE MANI, OGGI LA GIORNATA MONDIALE. IL S. ANNA IN PRIMA LINEA

Lo fa il 5 maggio che corrisponde alla “Giornata Mondiale dell’igiene delle mani”, dando massimo valore a questo importantissimo e semplice gesto, per la prevenzione delle infezioni e il controllo della trasmissione “crociata mano-mediata”, fattore contribuente per il rischio di infezione dei pazienti sottoposti a pratiche assistenziali.

“MAI COME ORA”, soprattutto nella Fase 2 dell’emergenza COVID-19, è importante che l’igiene delle mani rientri nella quotidianità degli operatori sanitari, del cittadino, di tutta la popolazione a casa, in ospedale e in ogni ambiente di cura.

L’iniziativa aziendale propone un filmato a cura della Struttura Semplice Dipartimentale di Igiene Ospedaliera, con la partecipazione dell’artista della nostra città Andrea Poltronieri (Poltrosax) e dei professionisti e operatori, quali testimonial della “Campagna aziendale”. Il video è pubblico dal 5 maggio 2020 sul sito internet e sulla pagina Facebook dell’Azienda Ospedaliero Universitaria (https://www.ospfe.it/area-comunicazione/news/coronavirus/coronavirus-informazioni-dallospedale-di-cona ) e nella pagina Facebook. I temi trattati sono l’igiene delle mani e non solo: precauzioni standard, precauzioni aggiuntive e igiene dell’ambiente di cura.

Impegnandoci, INSIEME, “MAI COME ORA” potremo raggiungere l’obiettivo di migliorare la sicurezza dei pazienti e la qualità dell’assistenza.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *